attualità

Vignette sataniche: al rogo quelle con le cosce della Boschi!

Vignette sataniche: al rogo quelle con le cosce della Boschi!

Non l’avessero mai pubblicata quella vignetta sulla Boschi. Le reazioni sono state più feroci e più feroci di quelle che hanno riguardato le cicciottelle olimpiche. Ma qui nessuno perde il posto, tutti , Maria Elena Boschi compresa si rafforzano nello scontro che è opinabinabile che sia politicamente scorretto. De Gaulle sopportava la satira, ma detestava icretini. Leggiamo qualche autorevole commento. Staino, grande vignettista della sinistra, prova a dire la sua cercando di apparire super partes:” Mannelli è un grandissimo disegnatore, lo adoro, fa un lavoro bellissimo, ma come satirico non mi convince. Quella vignetta mi sembra inutile. È proprio brutta. Ci fosse un collegamento tra le cosce e le riforme, ma non c’è. E poi questo è un momento delicatissimo per le donne, per questo dico: “Ti ci metti anche te Mannelli?”. Chiedi scusa e andamo avanti. Dal femminicidio alla visione islamica della donna fino agli attacchi sessisti come quelli della destra alla presidente della Camera: tutto questo si trasmette a livello popolare”. “Non meriterebbe commenti tanto fa ribrezzo, ma purtroppo ripropone quello che ormai è diventato un problema serio del suo direttore – scrive Mario Lavia sull’Unità – il problema di Travaglio è quello della sua ossessione per la ministra Boschi. Travaglio inconsciamente, o consciamente, chi lo sa, ha questo chiodo fisso conficcato nel cervello, Boschi, Boschi, Boschi… – continua – la odia di un un odio talmente sconfinato da far intravedere un sentimento opposto, ugualmente ardente, una specie di gelosia furiosa, un qualcosa che lo sconcerta, lo getta in affanno, gli consuma l’aria e lo spinge a volgarità continue”. Lavia parla di “pornografia politico-giornalistica” e accusa Travaglio di “contribuire ad avvelenare un dibattito già di suo abbastanza intossicato da veleni e rissosità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *