attualità

Trump istiga: “Chi ha armi potrebbe fermare Hillary”

Trump istiga violenza: “Chi ha armi potrebbe fermare Hillary”

L’Amarica, ma non solo l’America, è inorridita per una battuta di Donald Trump secondo cui “il popolo del secondo emendamento potrebbe fermare Hillary Clinton”, riferendosi alle persone che posseggono armi da fuoco. Le parole shock durante un comizio a Wilmington, in North Carolina. E’ qualcosa di inconcepibile e di inaccettabile nella campagna elettorale di un paese civile e democratico. Pronta la replica dello staff di Hillary: “Ecco perché Trump è pericoloso. Una persona che sta cercando di diventare presidente non dovrebbe in alcun modo istigare alla violenza”. La campagna del candidato repubblicano, a sua volta, ha cercato di spiegare la battuta: Trump arebbe avuto l’intenzione di invitare a votare per lui i sostenitori del secondo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, quello che sancisce il diritto di portare con sé armi da fuoco. Secco il commento del ‘Secret service’, responsabile della sicurezza dei due candidati alla presidenza: “Siamo a conoscenza del commento”. Ma non basta. Qualche incontrollabile male intenzionato potrebbe, ispirato da queste parole, assumere iniziative e, negli USA, ci sono già brutti precedenti. Tra l’alto è stato notato che al comizio di Hillary c’era anche il padre dell’autore della strage di Orlando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *