primo piano

Presidenza Regione, tramonta la candidatura di Giovanni La Via?

Giovanni La Via è stato eletto alle ultime europee solo perché ha avuto la fortuna di sfruttare lo scontro che era in corso tra Castiglione e Miccichè ed ha avuto 100.000 voti. Questo ampio consenso ha fatto pensare a lui nei giorni scorsi come ad un buon candidato alla Presidenza della Regione siciliana, anche perché operando da diversi anni a Bruxelles, si è mantenuto al di fuori e al di sopra delle risse che hanno visto protagonisti i vari boss della politica regionale. Ma il fatto di non avere peso politico non sembra giocare a suo favore. Rimangono in campo i nomi di sempre: Crocetta bis, Faraone, Cracolici, Castiglione e lo stesso Angelino Alfano. Da non sottovalutare infine la figura di Roberto Lagalla, l’ex Rettore dell’Università di Palermo, paragonabile ad un fuoriclasse in panchina (è stato anche Assessore regionale alla Sanità) sempre pronto a scendere in campo. Nel centrodestra, ancora in fibrillazione, Nello Musumeci chiede le primarie come metodo di selezione. (nella foto in prima pag. il prof. Roberto Lagalla)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *