primo piano

AMAM, SICILIA FUTURA CHIEDE REVOCA DEL BANDO IN AUTOTUTELA

INTERROGAZIONE URGENTE BANDO AMAM (SELEZIONE DIRETTORE GENERALE E DIRETTORE TECNICO); SICILIA FUTURA CHIEDE REVOCA DEL BANDO IN AUTOTUTELA; INTERDONATO: “TROPPE STRANEZZE IN UN AVVISO CHE SI PRESTA A POSSIBILI CONTENZIOSI CON I CANDIDATI”

“L’amministrazione Accorinti, che voleva fare della trasparenza la massima virtù, ancora una volta presta il fianco a voci e illazioni che non fanno bene alla città di Messina”.

Lo afferma il vice presidente del Consiglio comunale, Nino Interdonato che, insieme ai colleghi di partito Carreri e La Paglia, ha inoltrato una interrogazione urgente al Sindaco, Renato Accorinti e per conoscenza al presidente Amam, Leonardo Termini, al fine di evidenziare come appaia “inconsueto che il membro di una commissione, di un qualsivoglia bando di concorso pubblico venga nominato e reso pubblico con un congruo lasso di tempo non solo precedente al termine della presentazione delle candidature, cui il bando è rivolto, ma addirittura prima che il bando stesso venga emanato. Desuete, inoltre, appaiono le modalità di svolgimento dei colloqui, che non garantiscono omogeneità e parità di condizioni ai singoli candidati”.

Gli interroganti chiedono pertanto la revoca in autotutela deIl’avviso di mobilità interaziendale fra società controllate del Comune di Messina, che “si presta a contenziosi quasi certi con i candidati”, e richiedono quindi un nuovo bando con procedure secondo normativa di legge.

Pdr-SiciliaFutura Messina

Al Sig. Sindaco del comune di Messina
Prof. Renato Accorinti
SEDE

e al Presidente di AMAM spa
Dott. Leonardo Termini
amamspa@pec.it

INTERROGAZIONE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO: BANDI AMAM RELATIVI ALLA SELEZIONE DELLE POSIZIONI DI DIRETTORE GENERALE E DIRETTORE TECNICO

premesso che:

AMAM SpA è società di gestione del servizio idrico integrato, controllata al 100% dal Comune di Messina, organizzata con modalità “in house providing” e soggetta al “controllo analogo” ai sensi dello Statuto, che è stato modificato con delibera n.45/C dal Consiglio Comunale in data 14.7.2015

considerato che:

in data 30/04/2016 il Direttore Generale è andato in quiescenza e che in data 13/07/2016 con delibera n.26 il Cda di AMAM ha approvato il nuovo schema di avviso di mobilità interaziendale fra società controllate del Comune di Messina, ex art. 1 ce. 563 e ss L.147/2013, per l’individuazione di un Direttore Generale e di un Dirigente Tecnico del settore idrico.

Atteso che :

In data 21/06/2016 il Cda di Amam ha conferito un incarico al prof. Aronica per un corrispettivo di euro 9.000,00 al fine di svolgere sino al 20/09/2016 il ruolo di collaboratore tecnico-scientifico nonché di componete della commissione di valutazione per il reclutamento del direttore generale e del dirigente tecnico del settore idrico- integrato.

All’art.7 del bando di selezione, ove si disciplina la prova del colloquio, non si indica un ben definito programma volto a verificare le competenze necessarie per ricoprire la carica, omogeneo per tutti i candidati, ma si indica solamente che il colloquio verterà sulle tematiche relative ai titoli posseduti dai singoli candidati, facendo venire meno i principi, anche di derivazione comunitaria, di trasparenza, pubblicità e imparzialità.

tutto ciò premesso e considerato,

Appare alquanto inconsueto che il membro di una commissione, di un qualsivoglia bando di concorso pubblico venga nominato e reso pubblico con un congruo lasso di tempo non solo precedente al termine della presentazione delle candidature cui il bando è rivolto ma, addirittura, prima che il bando stesso venga emanato.

Desuete, inoltre, appaiono le modalità di svolgimento dei colloqui, che non garantiscono omogeneità e parità di condizioni relative alle selezioni del bando di cui all’oggetto, ai singoli candidati.

Alla luce di quanto su esposto si invitano le SS.LL. a revocare in autotutela i bandi di selezione relativi alle figure di direttore Generale e di Dirigente Tecnico da Amam Spa bandite, ciò al fine di non esporre l’azienda stessa ad un possibile contenzioso con i candidati, e ad emanare una nuova procedura secondo le normative di legge.

Certo di un benevolo accoglimento della presente istanza porgo distinti saluti.

Cordiali saluti.

1°Firmatario
Il Vice Presidente del Consiglio Comunale
Antonino Interdonato

Co-Firmatari.
Cons. Nino Carreri.
Cons. Rita La Paglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *