Cultura

Condanne dal mondo religioso, Il Papa e il Gran Mufti d’Egitto uniti

Le condanne dal mondo religioso. “Il Papa è informato e partecipa al dolore e all’orrore per questa violenza assurda – ha fatto sapere il portavoce del Vaticano, padre Federico Lombardi – con la condanna più radicale di ogni forma di odio e la preghiera per le persone colpite. È una nuova notizia terribile che si aggiunge purtroppo ad una serie di violenze che in questi giorni ci hanno già sconvolto, creando immenso dolore e preoccupazione. Siamo vicini alla Chiesa in Francia, alla Arcidiocesi di Rouen, alla comunità colpita, al popolo francese”. Sta invece rientrando in Francia l’arcivescovo di Rouen, Monsignor Lebrun, che si trovava a Cracovia con Papa Francesco per celebrare la Giornata mondiale della gioventù.

l Gran Mufti d’Egitto, Sheik Shawki Allam, la suprema autorità giuridica islamica sunnita, ha condannato “l’atto terrorista e criminale” che è stato “commesso da estremisti”. “Tale atto viola tutti gli insegnamenti dell’Islam”, ha aggiunto Allam che ha poi fatto le condoglianze al popolo francese e alle famiglie delle vittime. L’Italia e l’europa non si arrenderanno alla “cultura della morte”. E’ la prima reazione del presidente del Consiglio Matteo Renzi, parlando all’Università di Campobasso. “Il primo pensiero va a padre Jacques Hamel. Anche per chi non crede, per tutta la nostra comunità, vorrei arrivasse forte lo sdegno per ciò che è accaduto, l’abbraccio affettuosa a quel Paese e la convinzione che se i terroristi vogliono distruggere la nostra identità e il nostro modo di vivere, da un’università diciamo che non ci arrenderemo a quella cultura di morte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *