cronaca

San Licandro, cinghiali liberi:”Mancano fondi per acquistare gabbie”

Branchi di cinghiali liberi  a San Licandro perche’: ” Mancano i fondi per acquistare le gabbie”, lo dice l’Assessore Ialacqua

Ora si scIALACQUAopre che la soluzione del problema dipenderebbe dalla Regione, in particolare dalla Ripartizione faunisico-venatoria. Ma si, campa cavallo, intanto è sempre  emergenza cinghiali nel territorio di San Licandro, dove interi branchi stazionano a ridosso delle abitazioni, creando pericolo e allarme tra i cittadini. A nulla sono servite le proteste dei residenti e  le denunce della circoscrizione, il problema è sempre drammaticamente irrisolto. L’ Assessore all’Ambiente  Daniele Ialacqua afferma che lo scorso 20 ottobre il sindaco Accorinti ha emanato un’ordinanza con la quale incaricava gli agenti  della Polizia Municipale e della Polizia Provinciale di contenere l’avanzata dei cinghiali, allontanandoli dai centri abitati. Provvedimento  assolutamente inutile, dal momento che questi suini, selvatici ed aggressivi, che si muovono in branco,  sono ancora  presenti a San Licandro e in tutta la zona a monte da oltre un anno. ” Avevamo chiesto alla Regione di acquistare delle gabbie specifiche per la loro cattura- sostiene Ialacqua – ma ci hanno risposto che non ci sono i fondi necessari. A questo punto stiamo cercando di impegnare delle risorse dal bilancio comunale. Quando arriveranno le somme, provvederemo immediatamente per risolvere questo problema”. Ma di che somme si tratta? Devono arrivare da Bruxelles queste cifre? E se nel frattempo qualcuno si fa male, di chi è la responsabilità?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *