politica

Savoca Convegno sul tema:“Quale turismo sostenibile per il territorio”

Presenti numerosi sindaci, alcuni neo-eletti,  del versante jonico e tirrenico della provincia di Messina e due parlamentari del Pd, Panarello e Laccoto.  “Il 70% dei turisti che vengono in Sicilia la scelgono per le sue prelibatezze enogastronomiche”: questa l’affermazione, che ha lasciato un po’sorpresi, è che è stata pronunciata dall’Assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, intervenuto a Savoca al convegno organizzato dall’amministrazione comunale su “Quale turismo sostenibile per il territorio” che ha avuto illustri relatori e interventi di pregio. L’assessore ha elogiato l’attività programmata dal suo assessorato per portare in Sicilia quanti più turisti è possibile, offrendo loro servizi di qualità, nuove opportunità di scelta con la valorizzazione del territorio e dei suoi tesori culturali, climatici, storici, monumentali ed enogastronomici. Sei le iniziative illustrate destinate alla promozione turistica in Sicilia: «Teatri di Pietra», la possibilità quest’estate di godere della prosa e della lirica nei teatri antichi (Teatro di Taormina, di Segesta, Selinunte, Palazzolo Acreide, Morgantina e di Tindari), che vedrà protagoniste le eccellenze dei teatri pubblici siciliani: teatro Massimo di Palermo, Bellini di Catania, Biondo di Palermo, Vittorio Emanuele di Messina, Fondazione orchestra sinfonica siciliana. E ancora, le «Vie Sacre Sicilia 2016», un programma di eventi e cammini religiosi, «Taobuk-Taormina International Book Festival», che dal 10 al 16 settembre ospiterà per il sesto anno consecutivo il gotha della letteratura mondiale e un’ampia rosa di intellettuali e personalità artistiche, in un fitto calendario, quindi «Sulle orme di Federico II», un viaggio promosso dalla Fondazione Federico II che coinvolgerà scuole, università, associazioni culturali, amministrazioni comunali per riscoprire i luoghi, i siti storico-monumentali e le fortificazioni militari riconducibili al periodo dell’imperatore svevo Federico II. Spazio a «TrekandKids Green Sicily», il progetto co-finanziato dall’assessorato al Turismo, con fondi Mibact, che prevede la specializzazione delle aree naturalistiche regionali, delle aziende del comparto turistico limitrofe, sui target del trekking e delle famiglie con bambini. Infine, «La Via dei castelli dell’Etna» che consiste nell’individuazione di una serie di percorsi storici, culturali, monumentali, enogastronomici. Sarà dato il via al circuito del cineturismo (per il quale sono disponibili 15 milioni) che valorizzerà i comuni e le location cinematografiche in Sicilia (l’annuncio ufficiale verrà dato al Tao Fest). Al dibattito che ha preceduto l’intervento conclusivo di Barbagallo, avevano dato il loro contributo di idee e proposte il sindaco di Savoca, Nino Bartolotta, il presidente dell’Unione dei Comuni, Fabio Di Cara, la professoressa Grazia Calabrò, docente dell’Università di Messina, Italo Mennella, presidente dell’assiociazione albergatori di Taormina, Pierpaolo Biondi presidente della Federalberghi Letojanni; Giuseppe Lombardo, presidente del Gal Peloritani, Nino Borzì, presidente del distretto turistico Taormina – Etna; Salvatore Bartolotta, di Novara di Sicilia, coordinatore regionale dei “Borghi più belli d’Italia” e Sebastiano D’Andrea, presidente di Confindustria Messina. I lavori, moderati da Giovanni Frazzica, erano stati aperti dal vice presidente dell’Ars, on. Giuseppe Lupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *